Contattaci | Lavora con noi!
  • Blog
  • Crowd Testing
  • 10 modi per sviluppare un sito...

10 modi per sviluppare un sito accessibile

Chiunque possieda un sito Web desidera attirare il maggior numero possibile di visitatori. Tuttavia, pochi prendono le misure necessarie per garantire che il loro sito sia accessibile e possa essere utilizzato davvero da tutti. Ci sono milioni di utenti là fuori che fanno affidamento sul fatto che i siti siano accessibili e se non ci si prende il tempo per capire le loro esigenze, si aumenta la possibilità che il sito venga abbandonato. Inoltre, l’accessibilità dei siti web è uno degli obiettivi primari del W3C, il consorzio degli standard web, che, tra le altre cose, ha stilato le regole per la conformità dei siti web.

Fortunatamente, l’accessibilità non è difficile da implementare. Bisogna solo capire i problemi sottostanti che possono rendere un sito difficile o impossibile da usare da determinate persone e scegliere il giusto CSM per lo sviluppo del sito. Una volta fatto, diventa più facile prendere delle misure per evitare errori e rendere il sito accogliente per tutti i visitatori.

In questo articolo verranno indicati 10 modi attraverso i quali puoi garantire che il tuo sito web sia accessibile.

Accessibilità

1. Assicurati che il tuo sito sia compatibile con la tastiera

Il modo più comune di navigare utilizzando una tastiera è con il tasto Tab. Questo salterà tra le aree di una pagina che può avere “focus tastiera”, che include collegamenti, pulsanti e moduli. Pertanto, il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di garantire che tutti i contenuti web e la navigazione siano accessibili tramite Tab.

2. Assicurati che tutto il contenuto sia facilmente accessibile

Quando una pagina contiene contenuti dinamici possono sorgere diversi problemi. In breve, i contenuti sono dinamici se possono cambiare senza che la pagina si ricarichi. Ad esempio, molti screen reader “leggono” solo il sito così come appare al primo caricamento. Pertanto, è necessario renderlo consapevole quando qualcosa cambia o l’utente mancherà il nuovo contenuto. Un modo per farlo è usare i punti di riferimento ARIA, nonché tag che consente agli screen reader e a dispositivi simili di comprendere il contenuto man mano che cambia.

3. Non dimenticarti l’ALT Text sulle immagini

L’ALT Text sostituisce l’immagine se questa non riesce a caricarsi. Come se ciò non bastasse, il testo alternativo può anche aiutarti a migliorare la SEO del tuo sito, fornendo ai motori di ricerca maggiori informazioni per la scansione. Assicurati solo di scrivere riassunti descrittivi di ogni immagine e prova a includere le tue parole chiave ogni volta che ha senso.

Alt Text

4. Scegli attentamente i colori

Il problema più urgente è assicurarsi che il testo risalti sullo sfondo. Idealmente, per avere un buon sito accessibile, dovresti impostare un colore scuro contro uno chiaro, assicurandoti che non si sovrappongano l’un l’altro.

Wrong color

5. Usa i titoli per strutturare correttamente i contenuti

Un’ altra attività chiave per rendere il tuo sito accesibile è strutturare i tuoi contenuti usando le intestazioni con attenzione. In questo modo i tuoi contenuti saranno molto più facili da comprendere e digerire e miglioreranno il flusso. Inoltre, le intestazioni chiare aiutano anche gli screen reader a interpretare le tue pagine. Ciò semplifica notevolmente la navigazione all’interno della pagina. È anche semplice da fare poiché devi solo assicurarti di utilizzare i livelli di intestazione corretti nei tuoi contenuti.

6. Progetta i tuoi moduli per l’accessibilità

La cosa più importante è garantire che ogni campo sia chiaramente etichettato. Dovresti anche mirare a posizionare le etichette adiacenti ai rispettivi campi. Mentre un utente vedente può facilmente abbinare un’etichetta al campo o all’opzione corrispondente, questo potrebbe non essere ovvio per qualcuno che utilizza uno screen reader.

7. Non usare tabelle se non per i dati

Usa le tabelle solo se devi inserire dati tabulari. Ad esempio, non dovresti mai usare una tabella per layout, elenchi o altro. Questo può essere fonte di confusione per gli screen reader e dispositivi simili. Se è necessario creare tabelle più complesse, è possibile seguire questa guida da W3C. Ti mostra come codificare una tabella mantenendo gli standard di accessibilità.

8. Utilizza unità relative per i testi in modo da non rompere il tuo sito

Una buona pratica è quella di evitare unità assolute, come specificare le dimensioni del testo usando i pixel. Utilizza invece dimensioni relative, che consentono di ridimensionare il testo in base agli altri contenuti e alle dimensioni dello schermo.

9. Evita supporti e sistemi di navigazione automatici

La riproduzione automatica dei file multimediali è stata una rovina per gli utenti di Internet sin dai tempi di MySpace. Sebbene possa risultare fastidioso avviare musica o video quando si carica una pagina, in termini di accessibilità questo è un problema ancora più grande. Ad esempio, può essere difficile capire come disattivare i media  quando si utilizza uno screen reader, mentre altri utenti potrebbero semplicemente essere confusi o addirittura spaventati dal rumore improvviso. Nello sviluppo del tuo sito accessibile dovresti quindi evitare di includere elementi che iniziano senza che l’utente li abbia prima richiesti.

10. Crea contenuti tenendo a mente l’accessibilità

Infine, arriviamo al nocciolo del tuo sito: il suo contenuto. Come in fase di progettazione del tuo sito, l’accessibilità è altrettanto importante durante la creazione. Ciò significa prestare attenzione anche a fattori spesso considerati minori, come la scrittura completa degli acronimi, l’assegnazione di nomi univoci e descrittivi per tutti i collegamenti e l’utilizzo di testi di ancoraggio.

CROWDTESTING MATTERS

Assicurarsi che il tuo sito sia accessibile e dia il benvenuto a quante più persone possibile dovrebbe essere una priorità assoluta. Non c’è motivo di escludere nessuno, soprattutto perché è relativamente facile evitare di farlo. Non solo i tuoi utenti ti ringrazieranno, ma probabilmente vedrai anche vantaggi sotto forma di aumento del traffico e delle conversioni.

Prendendoti il tempo per capire i possibili difetti nella progettazione e nei contenuti, puoi assicurarti che il tuo sito sia ottimizzato per l’accessibilità.

Con questo articolo abbiamo cercato di sottolineare le best practice dell’accessibilità, ma non bisogna dimenticarsi che la conferma che tutto funzioni correttamente possono darla solo gli utenti.

Con il crowdtesting è possibile vedere (anche attraverso i video registrati durante l’utilizzo) quello che gli utenti stanno effettivamente facendo e i problemi che stanno riscontrando mentre usano la tua app, il tuo sito, i tuoi giochi o i tuoi device IoT. Questo permette ai nostri responsabili della User Experience di fornirti tutti i suggerimenti necessari per ottimizzare l’esperienza digitale per renderla memorabile e soprattutto, accessibile.